Carrello

Ci siamo lasciati qualche settimana fa con le caratteristiche generali per la scelta di una cappa della cucina che permetta di ottenere un ottimale comfort abitativo e di non sprecare preziose risorse per il riscaldamento dell’ambiente in cui è inserita.

Vediamo ora nel dettaglio come dovrebbe essere la cappa giusta.

I vapori e gli odori dovrebbero essere aspirati dove si sviluppano, quindi sul piano cottura, direttamente da pentole e bistecchiere.

Tanto più i vapori di cottura si diffondono nell’aria, tanto più odori e grasso si depositano nell’ambiente circostante, particolarmente su mobili e stoffe con il risultato che, per giorni, odori di pesce, arrosto, brasato ce li portiamo addosso.

Con l’aspirazione dal piano, invece, i grassi prodotti durante la cottura vengo catturati nel filtro grassi in acciaio inossidabile. Mentre per gli odori al termine della cottura basta chiudere semplicemente il sistema di aspirazione e gli stessi resteranno imprigionati nel filtro.

Un parametro su tutti spiega bene la differenza rispetto alle cappe tradizionali: il “CLEANRATE”, cioè il sistema normativo di misurazione dell’efficienza delle cappe aspiranti secondo la norma internazionale DIN EN 61591.

La tecnologia di aspirazione direttamente dal piano cottura ottiene un Cleanrate del 100% rispetto a un massimo del 60% ottenuto dalle migliori cappe tradizionali.

 

Questi due video dimostrano, meglio di tante parole, la differenza tra i due sistemi di aspirazione.

Aspirazione con la cappa integrata nel piano cottura:

 

Aspirazione con una cappa tradizionale:

 

Ma i vantaggi non finiscono all’efficienza di aspirazione, perché possiamo sinteticamente anche elencare:

1) La silenziosità. Aspirando volumi molto inferiori di aria si riducono anche drasticamente i rumori prodotti dal motore di aspirazione

2) La libertà di progettazione.

Il piano cottura può essere posizionato davanti a una finestra, sotto soffitti inclinati, nelle cucine a isola senza avere più nulla sopra la testa o nelle cucine tradizionali, ricavando più spazio per i pensili

3) La sicurezza. Nessuno spigolo pericolo all’altezza della testa

4) L’ergonomia. Non è più necessario restare chinati mentre si cucina, non c’è più vapore fastidioso all’altezza degli occhi, nessun appannamento degli occhiali.